Seguimi su linkedin blog

A chi è rivolta

Home > Trattamento > A chi è rivolta

 

Grazie alla molteplicità di tecniche utilizzabili dall’osteopata, la terapia osteopatica è indicata a pazienti di tutte le età, dal bambino all’anziano, dallo sportivo alla donna in gravidanza. 

 

Attraverso un’attenta anamnesi ed un esame posturale completo, l’osteopata va alla ricerca della causa del problema e, attraverso il trattamento manuale, della sua risoluzione.

 

 

Trattamento osteopatico nell'adulto

 

Nell’adulto i disturbi più frequenti sono conseguenti ad una scorretta postura o al cronicizzarsi di traumi derivati sia dalla vita quotidiana che dall’attività sportiva.

In risposta ad atteggiamenti posturali viziati o a vari traumatismi, il corpo reagisce cercando compensi ed adattamenti all’interno di tutto l’organismo (sistema muscolo-scheletrico, viscerale e cranio sacrale) per permettere al soggetto di non avvertire dolore.

Quando lo stress accumulato (sia meccanico che psicologico) supera la soglia tollerabile dal nostro organismo, si genera una situazione patologica, spesso avvertita come dolore: in primis acuto e poi cronico.

 

L’osteopata, attraverso il trattamento manuale, elimina le restrizioni di movimento dell’apparato muscolo scheletrico, viscerale e del sistema cranio-sacrale, in modo tale da ridurre il livello generale di “stress” e, di conseguenza, le condizioni patologiche o para fisiologiche dolorose.

 

I disturbi riscontrabili nell’individuo adulto sono: cefalee, cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, lombo sciatalgie e tendiniti (spalla o arto inferiore).

 

 

Trattamento osteopatico in età pediatrica

 

 

ll trattamento osteopatico in ambito pediatrico è un approccio gentile e non invasivo, attraverso il quale l’osteopata favorisce il meccanismo intrinseco del corpo di auto-guarigione, al fine

di garantire al neonato o al bambino un corretto sviluppo.

 

Nel neonato i disturbi più frequenti sono conseguenti al trauma del parto e dei primi mesi di vita e sono rappresentati da:
plagiocefalia (asimmetria cranica), dacriocistite, otiti recidivanti, disturbi del sonno, rigurgiti frequenti, coliche addominali.
 

Nel bambino e nell’adolescente i disturbi più frequenti si manifestano sotto forma di cefalee, sinusiti, mal di schiena e scoliosi.

Tali sintomi sono spesso correlati a disfunzioni dell’apparato muscolo scheletrico conseguenti a traumi, terapie ortodontiche, interventi chirurgici e alla pratica di attività sportiva.

 

L’osteopata collabora attivamente con figure medico specialistiche come pediatri, dentisti e ortopedici al fine di garantire al piccolo paziente il miglior percorso terapeutico possibile.

 

 

 

Trattamento osteopatico in gravidanza

 

La terapia osteopatica durante la gravidanza affianca ed accompagna la donna durante questo meraviglioso processo di trasformazione fisica.

 

Il trattamento osteopatico è mirato sia alla prevenzione che al trattamento di eventuali disturbi muscolo scheletrici dovuti alle modificazioni strutturali del corpo durante tutto l’arco della gravidanza.

 

In particolare, le strutture muscolari e legamentose del bacino e della colonna lombo sacrale compiono notevoli adattamenti e cambiamenti durante la crescita del nascituro. Tali modificazioni strutturali possono talvota arrecare disturbi alla donna in cinta quali: lombalgia, cervicalgia, sindrome del tunnel carpale, sciatalgia, incontinenza urinaria.

L’osteopata interviene, attraverso manipolazioni non invasive, al fine di permettere al corpo il miglior adattamento possibile a questi “stravolgimenti” strutturali.

 

Il trattamento osteopatico risulta utile nella preparazione al parto delle strutture muscolo-scheletriche del bacino e, garantisce un pronto e rapido recupero nel periodo post parto.

 

 

 

L'osteopata collabora e interagisce con tutte le figure professionali sanitarie al fine di garantire al paziente un percorso terapeutico in assoluta sicurezza e professionalità.
L'osteopatia non sostituisce in alcun modo le terapie mediche, farmacologiche o specialistiche prescritte dal medico curante. 
È compito dell’osteopata verificare l’idoneità del paziente e del suo quadro clinico al trattamento osteopatico.